Caricamento Eventi

giovedì 20 ottobre 2022
Salone Snaporaz

L’ULTIMO UOMO DELLA TERRA
Effetto Brama

Acquista

sonorizzazione dal vivo nell’ambito di Biglia – Palchi in pista

Laura Agnusdei, sax tenore ed elettronica
Stefano Pilia, chitarra elettrica e sintetizzatore
Giulio Stermieri, organo e sintetizzatore


Lo scenario è quello dell’Eur a Roma. Qui si muovono i personaggi di “L’ultimo uomo della Terra”, film cult di fantascienza del 1964, girato da Ubaldo Ragona e con protagonista Vincent Price: una storia di zombie, vampiri e virus, che si svolge tra le maestose costruzioni dall’architettura modernista, tra mistero e ricerca del vaccino per sconfiggere l’epidemia. Liberamente tratto da “I Am Legend” di Richard Matheson.

Effetto Brama suoneranno mentre sullo schermo scorreranno le immagini di “L’ultimo uomo della Terra”, diretto da Ubaldo Ragona e Sidney Salkov, interpretato dalla star del cinema dell’orrore Vincent Price e da Franca Bettoia, l’attrice che diventerà poi la moglie di Ugo Tognazzi.

Il progetto Effetto Brama è nato all’interno dei laboratori Soundtracks, curati da Corrado Nuccini, con la collaborazione, tra gli altri di Enrico Gabrielli, con il desiderio di formare giovani musicisti capaci di confrontarsi con il linguaggio cinematografico, sia quello contemporaneo, sia classico.

La formazione degli Effetto Brama è composta da:

Laura Agnusdei, sax tenore ed elettronica
Stefano Pilia, chitarra elettrica e sintetizzatore
Giulio Stermieri, organo e sintetizzatore.

Stefano Pilia, diploma al Conservatorio di Bologna, è un chitarrista che passa dalle pagine di musica contemporanea alle collaborazioni con rock band come i Massimo Volume, gli Afterhours di Manuel Agnelli e la cantante maliana Rokia Traorè.

Dagli studi classici arriva anche la compositrice e sassofonista bolognese Laura Agnusdei, che vive in Olanda, e si è perfezionata al prestigioso lnstitute of Sonology a L’Aia e incide per tantissime etichette discografiche, come l’inglese The Tapewom.

Giulio Stermieri, attivo nella scena jazz nazionale con le band Aparticle e Yabai, coniuga l’amore per la tradizione pianistica afroamericana con la sperimentazione sulle tastiere e con l’elettronica.
Nell’ambito del pop di ricerca, Stermieri è tastierista di Tristitropici, band del cui omonimo EP di debutto ha curato anche la produzione.